Filtri:


il presente rapporto ha l'obiettivo di informare l'utente sulle tipologie e finalità dei cookies del sito https://climaindustria.com (di seguito “sito web”) di lorenzo fornaca ditta individuale, con sede legale in via de litta 28, 17047, vado ligure (sv).      per maggiori informazioni sul trattamento dei dati personali, è possibile consultare la nostra informativa sulla privacy cliccando sul seguente link: https://www.climaindustria.com/privacy   1.    il trattamento dei dati lorenzo fornaca ditta individuale raccoglie i seguenti dati:  dati di navigazione e alcuni dati personali la cui trasmissione è implicita nell'utilizzo dei protocolli di comunicazione di internet: indirizzo ip, il tipo di browser usato, il sistema operativo, il nome di dominio e gli indirizzi di siti web dai quali è stato effettuato l'accesso, le informazioni sulle pagine del sito visitate dagli utenti, l'orario d'accesso, la permanenza sulla singola pagina, l'analisi del percorso interno effettuato e altri parametri relativi al sistema operativo dell'utente; ulteriori dati, ovvero le informazioni fornite dall'utente attraverso i form presenti sul sito (es. sezione "contattaci"). i suddetti dati sono conservati per un periodo di tempo pari alla durata del cookie. il trattamento delle informazioni raccolte tramite i cookies di google analytics è effettuato, grazie alla condivisione dei dati con google, al fine di valersi dei seguenti servizi:  benchmarking, ovvero la raccolta di informazioni anonime volte a comprendere meglio l’andamento dei dati; assistenza tecnica da parte di google; esperti dell’account, al fine di permettere agli addetti marketing di google di dare indicazioni per perfezionare la configurazione e l’analisi. il trattamento dei dati è effettuato in base al legittimo interesse di lorenzo fornaca ditta individuale di garantire il funzionamento corretto del sito web e di ottimizzare il contenuto.   2. elenco dei cookies utilizzati cookie tipologia funzione prima o terza parte durata phpsessid (named brad) tecnico il cookie phpsessid è un cookie nativo di php e consente ai siti web di memorizzare dati sullo stato della sessione. nel sito web viene utilizzato per stabilire una sessione utente e per comunicare i dati sullo stato attraverso un cookie temporaneo, comunemente denominato cookie di sessione. prima parte 30 gg brad_cookieconsent tecnico questo cookie registra la dismissione del banner informativo della cookie-policy prima parte 1 anno __utmt tecnico consente a google analytics di adeguare i propri server ad una elevata mole di dati, senza andare incontro ad un sovraccarico di richieste. terza parte (google analytics) il cookie è cancellato nel momento in cui viene chiuso il browser __utma tecnico tiene traccia di quante volte un utente accede al sito web. registra quando è avvenuta la prima visita e quando è avvenuta l’ultima. terza parte (google analytics) 730 giorni __utmb / __utmc tecnico questi due cookies lavorano insieme. _utmb: tiene traccia dell’esatto momento in cui un utente entra nel sito web, mentre il cookie _utmc tiene traccia dell’esatto momento in cui un utente lascia il sito web. terza parte (google analytics) il cookie è cancellato nel momento in cui viene chiuso il browser __utmz tecnico tiene traccia della provenienza geografica dell’utente, di quale motore di ricerca ha utilizzato, quale parola chiave ha cercato per accedere al sito web. terza parte (google analytics) 182 giorni 3.    disabilitare i cookies i browser utilizzati comunemente (mozilla firefox, google chrome, safari su iphone, ipad e ipod touch), nonché la modalità di navigazione in incognito, permettono di disabilitare i cookies. qualora si utilizzi google chrome come browser, è possibile disabilitare i cookies di google analytics scaricando ed installando “google analytics opt out” al seguente link: google analytics opt-out 4.    i diritti dell’utente per conoscere i propri diritti, consultare l'informativa sulla privacy al seguente link: https://www.climaindustria.com/privacy 5.    contatti per maggiori informazioni, nonché per esercitare i diritti sopra citati, è possibile servirsi dei seguenti indirizzi: •    email: info@climaindustria.com •    posta ordinaria: via de litta 28, 17047, vado ligure (sv). è possibile che venga richiesto all'utente di confermare la propria identità.


i tubi radianti ray-red trasmettono il calore per irraggiamento, ovvero mediante onde elettromagnetiche di lunghezza compresa nel campo dell’infrarosso invisibile. la propagazione delle onde elettromagnetiche, che trasportano energia termica e che danno origine alla trasmissione di calore per irraggiamento, avviene in linea retta alla velocità della luce. i tubi radianti ray-red riscaldano direttamente le persone e gli oggetti e offrono quindi un comfort termico immediato, senza movimentazione di aria. i tubi radianti ray-red sono apparecchi funzionanti a gas con cui è possibile gestire l’irraggiamento in modo autonomo e personalizzato, secondo le esigenze delle diverse zone di utilizzo.   caratteristiche tecniche ed elettriche circuito radiante in depressione rispetto all’ambiente bruciatore multigas in vena d’aria camera di combustione interna in acciaio inox scarico forzato dei prodotti della combustione valvola gas a doppio otturatore sistema di accensione a controllo elettronico controllo dell’aria di combustione con pressostato differenziale facile accesso per manutenzione anche durante il funzionamento box bruciatore verniciato a polveri epossidiche camini in acciaio inox antiriflesso staffe di sostegno e di supporto in acciaio zincato camera di combustione interna in acciaio inox connettori elettrici di rapido utilizzo presa aria di combustione esterna riflettore in alluminio anodizzato brillantato e martellato termoregolazione singola o a gruppi   vantaggi l'impianto di riscaldamento industriale ad irraggiamento consuma mediamente il 30% in meno di un impianto ad aria calda, a parità di condizioni di esercizio. i tubi radianti ray-red non scaldono l'aria e non subiscono perdite di energia causate dall'accumularsi dell'aria calda verso la parte alta dell'ambiente. questi dispositivi permettono di raggiungere la temperatura desiderata in pochissimo tempo, riducendo drasticamente le ore di funzionamento dell'impianto di riscaldamento industriale.


beneficiari: micro, piccole e medie imprese, operanti in tutti i settori produttivi, inclusi agricoltura e pesca, iscritte alla c.c.i.a.a. che abbiano almeno una unità locale in italia.   interventi ammissibili: sono ammissibili a contributo i seguenti investimenti: 1)    macchinari, impianti, attrezzature e arredi funzionali allo svolgimento dell’attività di impresa e correlati all’attività; 2)    hardware, software e tecnologie digitali; 3)    impianti fotovoltaici funzionali allo svolgimento dell’attività di impresa, con esclusione degli impianti infissi al suolo; 4)    impianti di riscaldamento e condizionamento; 5)    mezzi mobili, purchè funzionali all’attività produttiva. 6)    impianti di cogenerazione, mini eolico (se non infissi al suolo), microgeneratori, non dotati di autonomia funzionale e reddituale in linea generale sono ammissibili tutti i beni iscrivibili alle voci b.ii.2, b.ii.3, e b.ii.4 dell’attivo dello stato patrimoniale, purchè abbiamo un’autonomia funzionale o integrino con nuovi moduli gli impianti esistenti. non sono ammissibili i seguenti investimenti: a)    commesse interne; b)    macchinari e impianti usati; c)    scorte e spese di funzionamento; d)    impianti elettrici e idraulico; e)    terreni, fabbricati e opere edili; f)    impianti eolici agevolazione: contributo in conto interessi a fronte di un finanziamento bancario o leasing compreso tra € 20.000 ed € 2.000.000 durata finanziamento bancario/leasing: fino a 5 anni, comprensivi di un periodo di preammortamento massimo di 12 mesi.   misura del contributo: il contributo è calcolato sviluppando un piano di ammortamento virtuale a 5 anni ad un tasso pari a: a)  3,575% per i seguenti interventi: b1) impianti, macchinari e attrezzature per l’implementazione di tecnologie digitali; b2) sistemi per tracciare e pesare i rifiuti. b)   2,75% per tutti gli altri interventi. non esiste alcuna correlazione tra il tasso di interesse applicato dalla banca ed il contributo ministeriale. il finanziamento bancario può avere durata inferiore a 5 anni a parità di contributo   iter operativo: l’impresa presenta alla banca richiesta di finanziamento e richiesta di accesso al contributo attestando il possesso dei requisiti e l’aderenza del programma di investimento agli obiettivi del bando. l’erogazione del contributo è subordinata al completamento del programma di investimento ed è effettuata in quote annuali. gli investimenti devono essere avviati dopo la presentazione della domanda di contributo e concludersi entro 12 mesi dall’erogazione del finanziamento o dalla stipula del leasing. gli investimenti nel settore agricolo devono essere avviati successivamente al decreto di concessione. per avvio del programma si intende la data del primo documento giuridicamente vincolante per le parti. per conclusione la data dell’ultimo titolo di spesa o la data di consegna del bene nel caso di operazione di leasing. la richiesta di contributo deve essere presentata entro 120 giorni dalla data dell’ultimo titolo di spesa corredata dalle liberatorie di pagamento di tutti i fornitori. gli investimenti devono esser capitalizzati e risultare nell’attivo del beneficiario per almeno 36 mesi   presentazione domande dal 02 gennaio 2017   beneficiari: micro, piccole e medie imprese, operanti in tutti i settori produttivi, inclusi agricoltura e pesca, iscritte alla c.c.i.a.a. che abbiano almeno una unità locale in italia.   interventi ammissibili: sono ammissibili a contributo i seguenti investimenti: 1)    macchinari, impianti, attrezzature e arredi funzionali allo svolgimento dell’attività di impresa e correlati all’attività; 2)    hardware, software e tecnologie digitali; 3)    impianti fotovoltaici funzionali allo svolgimento dell’attività di impresa, con esclusione degli impianti infissi al suolo; 4)    impianti di riscaldamento e condizionamento; 5)    mezzi mobili, purchè funzionali all’attività produttiva. 6)    impianti di cogenerazione, mini eolico (se non infissi al suolo), microgeneratori, non dotati di autonomia funzionale e reddituale in linea generale sono ammissibili tutti i beni iscrivibili alle voci b.ii.2, b.ii.3, e b.ii.4 dell’attivo dello stato patrimoniale, purchè abbiamo un’autonomia funzionale o integrino con nuovi moduli gli impianti esistenti. non sono ammissibili i seguenti investimenti: a)    commesse interne; b)    macchinari e impianti usati; c)    scorte e spese di funzionamento; d)    impianti elettrici e idraulico; e)    terreni, fabbricati e opere edili; f)    impianti eolici agevolazione: contributo in conto interessi a fronte di un finanziamento bancario o leasing compreso tra € 20.000 ed € 2.000.000 durata finanziamento bancario/leasing: fino a 5 anni, comprensivi di un periodo di preammortamento massimo di 12 mesi.   misura del contributo: il contributo è calcolato sviluppando un piano di ammortamento virtuale a 5 anni ad un tasso pari a: a)  3,575% per i seguenti interventi: b1) impianti, macchinari e attrezzature per l’implementazione di tecnologie digitali; b2) sistemi per tracciare e pesare i rifiuti. b)   2,75% per tutti gli altri interventi. non esiste alcuna correlazione tra il tasso di interesse applicato dalla banca ed il contributo ministeriale. il finanziamento bancario può avere durata inferiore a 5 anni a parità di contributo   iter operativo: l’impresa presenta alla banca richiesta di finanziamento e richiesta di accesso al contributo attestando il possesso dei requisiti e l’aderenza del programma di investimento agli obiettivi del bando. l’erogazione del contributo è subordinata al completamento del programma di investimento ed è effettuata in quote annuali. gli investimenti devono essere avviati dopo la presentazione della domanda di contributo e concludersi entro 12 mesi dall’erogazione del finanziamento o dalla stipula del leasing. gli investimenti nel settore agricolo devono essere avviati successivamente al decreto di concessione. per avvio del programma si intende la data del primo documento giuridicamente vincolante per le parti. per conclusione la data dell’ultimo titolo di spesa o la data di consegna del bene nel caso di operazione di leasing. la richiesta di contributo deve essere presentata entro 120 giorni dalla data dell’ultimo titolo di spesa corredata dalle liberatorie di pagamento di tutti i fornitori. gli investimenti devono esser capitalizzati e risultare nell’attivo del beneficiario per almeno 36 mesi   presentazione domande dal 02 gennaio 2017  


il decreto rilancio introduce nuove misure per favorire le ristrutturazioni delle abitazioni in italia: i cittadini potranno migliorare l’efficienza energetica e l’adeguamento sismico degli edifici sborsando poco o nulla, grazie ai super bonus con detrazione al 110 per cento. in sostanza, molti potrebbero effettuare lavori in casa gratuitamente, recuperando la somma spesa abbattendo le imposte da pagare negli anni successivi oppure optando per lo sconto immediato in fattura o la cessione del credito. il meccanismo mira anche a rilanciare i cantieri e promuovere la crescita economica del paese, dopo la battuta d’arresto causata dalla pandemia di covid-19 che cos'è il superbonus è un’agevolazione prevista dal decreto rilancio che eleva al 110% l’aliquota di detrazione delle spese sostenute dal 1° luglio 2020 al 31 dicembre 2021, per specifici interventi in ambito di efficienza energetica, di interventi antisismici, di installazione di impianti fotovoltaici o delle infrastrutture per la ricarica di veicoli elettrici negli edifici. le nuove misure si aggiungono alle detrazioni previste per gli interventi di recupero del patrimonio edilizio, compresi quelli per la riduzione del rischio sismico (c.d. sismabonus) e di riqualificazione energetica degli edifici (cd. ecobonus). tra le novità introdotte, è prevista la possibilità, al posto della fruizione diretta della detrazione, di optare per un contributo anticipato sotto forma di sconto dai fornitori dei beni o servizi o, in alternativa, per la cessione del credito corrispondente alla detrazione spettante. in questo caso si dovrà inviare dal 15 ottobre 2020 una comunicazione per esercitare l’opzione. il modello da compilare e inviare online è quello approvato con il provvedimento dell’8 agosto 2020. a chi interessa il superbonus si applica agli interventi effettuati da: condomìni persone fisiche, al di fuori dell'esercizio di attività di impresa, arti e professioni, che possiedono o detengono l'immobile oggetto dell'intervento istituti autonomi case popolari (iacp) o altri istituti che rispondono ai requisiti della legislazione europea in materia di "in house providing" cooperative di abitazione a proprietà indivisa onlus e associazioni di volontariato associazioni e società sportive dilettantistiche, limitatamente ai lavori destinati ai soli immobili o parti di immobili adibiti a spogliatoi. i soggetti ires rientrano tra i beneficiari nella sola ipotesi di partecipazione alle spese per interventi trainanti effettuati sulle parti comuni in edifici condominiali. gli interventi agevolabili interventi principali o trainanti   il superbonus spetta in caso di: interventi di isolamento termico sugli involucri sostituzione degli impianti di climatizzazione invernale sulle parti comuni sostituzione di impianti di climatizzazione invernale sugli edifici unifamiliari o sulle unità immobiliari di edifici plurifamiliari funzionalmente indipendenti interventi antisismici: la detrazione già prevista dal sismabonus è elevata al 110% per le spese sostenute dal 1° luglio 2020 al 31 dicembre 2021. per i limiti di spesa consultare la tabella n. 4 contenuta nella guida - pdf. interventi aggiuntivi   oltre agli interventi trainanti sopra elencati, rientrano nel superbonus anche le spese per interventi eseguiti insieme ad almeno uno degli interventi principali di isolamento termico, di sostituzione degli impianti di climatizzazione invernale o di riduzione del rischio sismico. si tratta di interventi di efficientamento energetico installazione di impianti solari fotovoltaici infrastrutture per la ricarica di veicoli elettrici per conoscere i dettagli su tutti gli interventi agevolabili consultare la guida - pdf. quali vantaggi la detrazione è riconosciuta nella misura del 110%, da ripartire tra gli aventi diritto in 5 quote annuali di pari importo, entro i limiti di capienza dell’imposta annua derivante dalla dichiarazione dei redditi. in alternativa alla fruizione diretta della detrazione, è possibile optare per un contributo anticipato sotto forma di sconto dai fornitori dei beni o servizi (sconto in fattura) o per la cessione del credito corrispondente alla detrazione spettante. la cessione può essere disposta in favore: dei fornitori dei beni e dei servizi necessari alla realizzazione degli interventi di altri soggetti (persone fisiche, anche esercenti attività di lavoro autonomo o d’impresa, società ed enti) di istituti di credito e intermediari finanziari. i soggetti che ricevono il credito hanno, a loro volta, la facoltà di cessione. questa possibilità riguarda anche gli interventi - di recupero del patrimonio edilizio (lettere a), b e h) dell'articolo 16-bis del tuir) - di recupero o restauro della facciata degli edifici esistenti (cd. bonus facciate, art. 1, commi 219 e 220, della legge 27 dicembre 2019, n. 160) - per l'installazione di colonnine per la ricarica dei veicoli elettrici (art. 16-ter del decreto legge n. 63 del 2013). per esercitare l’opzione, oltre agli adempimenti ordinariamente previsti per ottenere le detrazioni, il contribuente deve acquisire anche il visto di conformità dei dati relativi alla documentazione, rilasciato dagli intermediari abilitati alla trasmissione telematica delle dichiarazioni (dottori commercialisti, ragionieri, periti commerciali e consulenti del lavoro) e dai caf l’asseverazione tecnica relativa agli interventi di efficienza energetica e di riduzione del rischio sismico, che certifichi il rispetto dei requisiti tecnici necessari ai fini delle agevolazioni fiscali e la congruità delle spese sostenute in relazione agli interventi agevolati. per saperne di più   per approfondire i dettagli leggi provvedimento dell'8 agosto 2020 circolare n. 24 - pdf risoluzione n. 60 del 28/09/2020 - pdf guida - pdf faq risposte alle istanze d‘interpello relative al superbonus link di interesse mise - ministero dello sviluppo economico mit - ministero delle infrastrutture e dei trasporti enea - agenzia nazionale per le nuove tecnologie, l'energia e lo sviluppo economico sostenibile


la nostra azienda esegue interventi di fornitura e installazione di:  impianti idraulici impianti antincendio impianti fotovoltaici impianti di condizionamento impianti di riscaldamento termico solare opere murarie rifacimento tetti rifacimento facciate lattoneria


ricerca e sviluppo continui impresind sa bene che, soprattutto oggi, per poter proporre soluzioni intelligenti ed efficienti occorre essere capaci di percorrere tutte le strade che portano innovazione e crescita. perciò, anche in un momento difficile come questo, è importante continuare a investire in ricerca e sviluppo per portare continue innovazioni tecnologiche ai nuovi prodotti. questo permette ai nostri clienti di disporre dei migliori raffrescatori industriali presenti sul mercato. tutte le nostre macchine per il raffrescamento sono tecnologicamente all’avanguardia e contengono soluzioni studiate apposta per garantire le massime performances con il minimo consumo energetico. inoltre, le innovative soluzioni adottate rendono i nostri raffrescatori sempre super-efficenti ed affidabili con il minimo della manutenzione richiesta.   il nuovo raffrescatore ta309sd: il più grande di tutti il frutto di tutti gli studi del reparto ricerca e sviluppo impresind è rappresentato dal nuovissimo raffrescatore industriale, il più grande della gamma: il nuovo ta309sd. il raffrescatore ta309sd si adatta perfettamente a numerose situazioni grazie alla sua potenza, alla grande capacità di raffrescamento e alla flessibilità di installazione.   30.000 mc/h di aria raffrescata con una sola unità il ta309sd, infatti, si può comodamente installare a parete, a finestra o sulla copertura. produce 30.000 mc./h di aria raffrescata e, grazie ai suoi maxi pacchi evaporanti, che sono il 30% più grandi dei pacchi evaporanti standard, riesce a raffrescare in poco tempo un capannone di 300 metri quadrati con un’unica unità. se invece il tuo capannone è più grande, nessun problema. grazie al sistema bus puoi collegare fino a 30 macchine, controllandole individualmente con un apposito software: così potrai ottimizzare al massimo la loro capacità di raffrescamento a seconda delle tue necessità. siamo particolarmente orgogliosi del ta309sd perchè ci permette ancora una volta di proporre in esclusiva al mercato e ai nostri clienti una macchina innovativa e completamente progettata e costruita in italia.  il nuovo modello è in grado di farti risparmiare soldi e di migliorare l’ambiente lavorativo e la produttività della tua azienda.   il ta309sd è un modello che guarda al futuro, come impresind. contattaci per avere un preventivo personalizzato!


raffrescamento e climatizzazione industriale: coldair funziona con solo acqua e aria. il raffrescamento evaporativo (o raffrescamento adiabatico) è la soluzione più moderna, economica ed ecologica per climatizzare grandi spazi. ha molti vantaggi rispetto ai tradizionali impianti di climatizzazione industriale: economico -75% costi di installazione, -90% costi di esercizio. ecologico nessun gas refrigerante, solo acqua, aria e ventilatori a basso consumo. made in italy 100% garanzia di supporto qualificato, disponibilità immediata dei ricambi.     vantaggi di un impianto di raffrescamento grandi rinnovi d’aria fresca; raffrescamento parzializzato o differenziato per zone; abbattimento dei costi di installazione; drastica riduzione dei costi di esercizio; minimi interventi di manutenzione; aumento della produttività; sensibile miglioramento dell’igiene e del comfort ambientale.   il principio del raffrescamento evaporativo il raffreddatore evaporativo cold-air è una macchina che provoca il raffreddamento dell’aria riducendo il calore sensibile in essa contenuto. la riduzione del calore sensibile è dovuta al processo di evaporazione dell’acqua che entra in contatto con l’aria: il flusso di aria calda prelevato dall’esterno circola attraverso un pacco evaporante, costituito da un filtro speciale di cellulosa attraverso cui passa l'acqua. l’aria, a contatto con l’acqua che scorre nel pacco evaporante, perde parte del suo calore che viene assorbito dall’acqua. in tal modo il flusso d'aria si raffresca ed è successivamente spinto nell’ambiente da un sistema di ventilazione.   l’importanza del made in italy tutti i prodotti impresind, compresi i pacchi evaporanti, sono 100% progettati e costruiti in italia. acquistare un raffrescatore impresind, oltre ad essere una garanzia di qualità certificata, assicura: consulenza pre-vendita per trovare la soluzione migliore per il tuo impianto; assistenza post-vendita: potrai sempre contare sul’assistenza di personale qualificato; ricambi sempre disponibili; normative vigenti sempre rispettate e prodotti sempre conformi; teccologia sempre all’avanguardia.   applicazioni principali l’ impianto di raffrescamento evaporativo adiabatico cold air è un sistema che lavora in regime dinamico e funziona sulla base di un principio naturale: esso introduce nel locale grandi quantità di aria esterna e raffreddata ed espelle l’aria calda esausta attraverso porte, finestre e altre aperture d’evacuazione.   gamma dei raffrescatori impresind la gamma dei raffrescatori fissi impresind coldair copre tutte le necessità di raffrescamento di ambienti industriali, commerciali e sportivi. i raffrescatori sono disponibili nella versione da parete, dunque installabili su parete o finestra, oppure nella versione da tetto. le potenze variano da 10.000 m³/ora di aria raffrescata fino a 25.000 m³/ora della versione ad alta capacità.   raffrescatori da parete raffrescatore coldair fpa109 capacità di raffrescamento 10.000 m³/ora raffrescatore coldair fpa159 capacità di raffrescamento 13.000 m³/ora   raffrescatori da tetto raffrescatore coldair ta159 capacità di raffrescamento 13.000 m³/ora raffrescatore coldair tc109 capacità di raffrescamento 10.000 m³/ora   raffrescatori da tetto ad alta capacità raffrescatore coldair ta209 capacità di raffrescamento 20.000 m³/ora raffrescatore coldair tc209 capacità di raffrescamento 25.000 m³/ora     fornitura di raffrescatori impresind tutti i modelli sono equipaggiati con: elettroventilatori a basso consumo; sistema di carico acqua con elettrovalvola; sistema di distribuzione acqua con elettropompa; pannelli evaporanti ad alta efficienza di saturazione; sistema di scarico automatico dell’acqua; sistema di autolavaggio periodico di tutto il circuito idraulico e dei pannelli evaporanti; dispositivi di staffaggio e posizionamento; capottina invernale; quadro elettronico di comando e funzionamento.   www.impresind.it


la sanificazione di ambienti civili come strutture sportive, locali pubblici ad alta frequentazione, alberghi, spa, mense e relative cucine richiede trattamenti professionali adeguati. scirocco è un sistema di sanificazione degli ambienti che agisce tramite l’ossigeno attivo, più potente di qualsiasi agente chimico: esso permette il controllo, fino all’abbattimento, degli agenti patogeni presenti nell’aria regalando ambienti puliti e aria pura. l’uso dell’ozono per la sanificazione degli ambienti è in ottemperanza a: - d.lgs. 155/97 h.a.c.c.p. - d.lgs 81/08 salute e sicurezza nei luoghi di lavoro le norme internazionali iso ed emas classificano l’ozono come gas sicuro ed ecologico. inoltre, essendo l’ossigeno attivo del tutto naturale, è possibile effettuare l’ingresso agli ambienti non solo immediatamente dopo la sanificazione, ma anche durante i processi di sanitizzazione, senza alcun problema di sicurezza.   la portabilità offre servizi innovativi  ideale per la sanificazione delle auto.   caratteristiche dell'ossigeno attivo degrada gli odori allontana gli insetti scompone la materia organica precitipa sostanze inquinanti igienizza tessuti e superfici non lascia residui dopo 20 minuti si trasforma in ossigeno trattamento efficace in breve tempo tecnologia completamente automatizzata l'utente è indipendente nella gestione interfaccia user friendly dispositivo amovibile e riposizionabile    scheda tecnica  struttura  acciaio verniciato a polvere sistema di attivazione dell'ossigeno - produttore di miscela ossigeno attivo con  effetto corona - elevato potere ossidante - maggiore capacità di degradare composti  organici complessi non biodegradabili - sanificazione ambienti - aumenta la shelf life degli alimenti - trattamento acqua - degrada odori e sapori indesiderati - inattiva i virus e abbatte la carica  batterica - disinfezione funzioni  sistema di sanificazione 3 time display  display lcd produzione di ossigeno attivo sistema di conversione ad effetto corona dell’ossigeno in ossigeno triatomico dotato di grande attività battericida e sanificante.  500 mg/h dimensioni  250mm x 200mm x 80mm potenza assorbita  15w